La Sanificazione Canali Aeraulici in pochi click

Perchè sanificare l'aria?
La sanificazione degli impianti aeraulici previene rischi per la salute, ed è un obbligo di legge. Scopri le nostre proposte

AVANTI

 

Il rischio biologico negli ambienti:

  • All’interno degli impianti di condizionamento si deposita particolato polveroso, nel quale si trovano in forma libera anche batteri  patogeni e microrganismi. In tali ambienti il batterio trova nutrimento e riparo da condizioni ambientali che altrimenti sarebbero in grado di uccidere o inibire le forme a vita libera. Il trasporto microbico avviene per inalazione, mettendo in serio pericolo la salute di chi vive ed opera in ambienti con areazione controllata.
  • I rischi più frequenti: Lo scadimento della qualità dell’aria nei luoghi chiusi (ospedali, uffici, ambienti industriali, ecc.) è dovuto ai livelli di inquinamento esterno e alle numerose sorgenti interne. L’insieme di questi elementi determina concentrazioni di inquinanti quali: composti organici volatili, diossidi di azoto, ossidi di carbonio, formaldeide, radon, microrganismi allergizzanti, in quantità anche superiori all’esterno.

  • Legionellosi, irritazione degli occhi e delle vie respiratorie. La Legionella è un agente biologico patogeno in grado di indurre la polmonite batterica nell’uomo, che, in alte percentuali, ha esito mortale. Questo batterio è molto diffuso in natura, il microrganismo può facilmente diffondersi negli ambienti umidi artificiali (reti di distribuzione dell’acqua potabile, impianti idrici dei singoli edifici, impianti di climatizzazione, piscine ecc.) che ne possono agevolare l’amplificazione e la diffusione. La Legionella Predilige gli habitat acquatici caldi, si riproduce tra i 25 e 42 °C, ma è in grado di sopravvivere in un range di temperatura molto ampio (tra i 5,7 e i 63°C) con valori di pH compresi tra 5,5 e 8,1. I batteri possono penetrare nell’ospite attraverso le vie respiratorie in seguito ad inalazione di aria contaminata.

  • Raggiunti i polmoni, i batteri vengono fagocitati dai macrofagi alveolari, che però non sono in grado di ucciderli o inibirne la crescita: la Legionella riesce, infatti, ad eludere i loro meccanismi microbicidi e si moltiplica fino a provocarne la lisi con conseguente rilascio di progenie batterica in grado di infettare altre cellule. Le infezioni da Legionella sono considerate un problema emergente in Sanità Pubblica, tanto che sono sottoposte a sorveglianza speciale da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, della Comunità Europea e dell’Istituto Superiore di Sanità.
  • La qualità dell’aria all’interno degli ambienti è un requisito indispensabile per la salute e il benessere di tutti. È infatti dimostrato che impianti malsani sono spesso causa di trasporto microbico e contagi di malattie, come la Legionella, la Sars, Meningite o semplicemente irritazione delle vie respiratorie e degli occhi, o del mal di testa e raffreddore. Regolari interventi di pulizia e sanificazione degli impianti garantiscono una migliore qualità dell’aria indoor e molteplici vantaggi, in termini di efficienza e risparmio energetico dell’impianto.

  • La legge attribuisce la responsabilità della salute negli ambienti lavorativi al datore di lavoro. Questi è quindi obbligato ad occuparsi della bonifica e sanificazioni degli impianti di condizionamento, dei canali d’aria e delle condotte d’acqua. L’incuria e l’inosservanza di questi obblighi (previsti dal Decreto Legge 81/2008) rappresentano un reato di natura penale per il datore di lavoro, ed un grave rischio sanitario per la salute dei lavoratori.

Come operiano 

Sanificazione Condotti Climatizzazione Aria

  • Il nostro Servizio di “Indoor Air Quality" è in grado di risolvere tutti i problemi derivanti dal sempre più diffuso uso degli impianti di climatizzazione con un particolare riguardo a quelli canalizzati .

    La pulizia interna dei componenti viene svolta con innovativi sistemi a spazzole rotanti o testine ad aria compressa messe in azione all’interno dei canali dell’impianto attraverso sportelli di ispezione, che verranno da noi creati laddove non siano già presenti.  Una volta finite le operazioni di pulizia, le portine di ispezione installate verranno lasciate in sede in modo da agevolare future ispezioni e manutenzioni degli impianti di condizionamento. In abbinamento a questa strumentazione viene posto, a valle, un potente apparecchio aspirante dotato di efficace sistema filtrante composto da pre-filtri, filtro a sacco e, per ambienti particolarmente “sensibili”, filtri assoluti HEPA ad alta efficienza.

  • L’impiego abbinato delle suddette attrezzature creerà all’interno dell’impianto un ambiente a pressione atmosferica minore rispetto a quella dell’ambiente esterno e di conseguenza si convoglierà tutte le particelle di polvere ed i detriti presenti nei canali verso l’apparato filtrante senza creare polvere nell’ambiente sottostante. In particolare per l’UTA si provvede sia alla asportazione delle polveri e delle incrostazioni presenti sulle pareti e sul pacco lamellare sia alla aspirazione dei liquidi e dei residui presenti sul fondo della vasca di raccolta dell’acqua di condensa; e  nel caso in cui il fondo o le pareti di questo componente appaiano danneggiate dalla ruggine può essere programmata un’operazione di risanamento. Tale operazione consiste nell’asportazione delle parti ossidate ed un successivo risanamento attraverso specifici prodotti curativi e preventivi.
  • La Sanificazione  viene effettuata  al termine dei lavori con una accurata disinfezione di tutti i componenti, UTA, diffusori e canalizzazioni: mediante aerosolizatori e nebulizzatori elettrici ad ultra basso volume (ULV) ed impiegando prodotti autorizzati dal Ministro della Salute e registrati come Presidi Medico Chirurgici, privi di odori e non pericolosi per la salute umana e di cui verrà fornita scheda tecnica e di sicurezza. Inoltre a fine lavori verrà effettuata la verifica delle corrette lavorazioni, mediante l’effettuazione di analisi microbiologiche finali.

    Esse saranno eseguite all’interno delle singole UTA e dei canali degli impianti in esame. Se richiesto, quale ulteriore verifica della corretta esecuzione dei lavori a regola d’arte verrà eseguito anche un controllo della quantità di particolato presente all’interno dei componenti (analisi gravimetriche). Il test di verifica gravimetrico sarà effettuato con apposito campionatore (Vacuum Test) su una superficie interna dei canali di distribuzione aria e sulla superficie interna dell’ UTA. Sia le analisi microbiologiche che analisi gravimetriche saranno effettuate da un primario Laboratorio Microbiologico accreditato secondo metodologia prevista nelle Linee Guida Nazionali.

Chiamaci per una Consulenza

Compila con i tuoi dati, sarai presto contattato da un nostro tecnico!